Home NewsBenefici delle arance: come si coltivano e come si utilizzano
Benefici delle arance: come si coltivano e come si utilizzano

Benefici delle arance: come si coltivano e come si utilizzano

Le arance sono tra i frutti più coltivati e mangiati in Italia. Buonissime e ricche di benefici, possono essere coltivate senza troppi problemi in giardino o in vaso, inoltre possono essere utilizzate per la realizzazione di numerose ricette e bevande.

In questo articolo perciò vediamo:

  • I principali benefici delle arance
  • Le cose che dovresti sapere per iniziare a coltivare subito le arance
  • Come utilizzare le ricette in cucina
  • Alcune curiosità botaniche

Cos’è la pianta di arancio, alcune cose da sapere

L’albero di arancio, conosciuto in botanica come Citrus Sinensis, appartiene alla famiglia delle Rutacee, così come il limone, il cedro e il mandarino.

E’ una pianta sempreverde che però non ama particolarmente i climi rigidi dell’inverno, per questo l’Italia è considerata una nazione dal clima ideale. Può sopportare fino a 3 o 5 gradi di temperatura esterna. L’altezza che raggiunge è in media tra i 7 e i 10 metri, in alcune circostanze arriva anche a 15.

I suoi fiori sono particolarmente apprezzati per il loro bel bianco ma soprattutto per il profumo intenso. Possono essere messi in sacchettini e appesi dopo nell’armadio.

Alcune delle arance più famose d’Italia sono il Tarocco, il Moro, il Navel e il Sanguinello. Come quelle vendute dall’Azienda Agricola Giovanni Blandini.

Quali sono i benefici delle arance

Passiamo adesso ad analizzare a grandi linee quali sono tutti i benefici che si possono ottenere dall’assunzione regolare di vitamina C.

  • Le arance infatti sono utili per prevenire la formazione di tumori per esempio al seno, il colon, i polmoni, la pelle e lo stomaco.
  • Proteggono la vista e gli occhi per via dei carotenoidi presenti al loro interno.
  • Se soffri di stipsi, può esserti utile mangiare le arance per la grande presenza di fibre
  • Rafforza il cuore e migliora la circolazione sanguigna.
  • Gli antiossidanti prevengono la degenerazione cellulare.
  • Elimina le tossine dall’apparato digerente
  • Aiuta nella prevenzione dei calcoli renali
  • La pelle appare sana e senza imperfezioni perché la vitamina C aumenta la produzione di collagene.
  • Rafforza le difese immunitarie del corpo

Come coltivare l’albero di arancio

Ha bisogno di stare al sole almeno 5 ore al giorno. Non ama il clima rigido, massimo 3 o 5 gradi. Alla stessa maniera però non vuole climi torridi, non più di 38 gradi. Anche i venti freddi la spaventano. Il periodo giusto per piantare l’albero dell’arancio è quando inizia la primavera, perché le piantine riescono ad attecchire bene al terreno e producono abbastanza in fretta i nuovi preziosi germogli.

Il terreno perfetto delle arance ha un pH compreso tra 6,5 e 7,5. Deve essere profondo e ben drenato. Necessitano poi di tanta sostanza organica, come il letame di cavallo. Il terreno invece deve essere poco argilloso e calcareo perché il rischio è che si formino dei pericolosi ristagni idrici che porterebbero le radici a marcire. Sopportano bene la siccità, ma comunque è bene non approfittarne e cercare di eseguire un’irrigazione abbastanza costante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *