Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
Home NewsIl turismo dell’estate 2018 secondo Confesercenti
Il turismo dell’estate 2018 secondo Confesercenti

Il turismo dell’estate 2018 secondo Confesercenti

In base ad un’indagine svolta dal Centro Studi Turistici di Confesercenti il turismo dell’estate 2018 è da record a livello di presenze, dichiarazione basata sulle prenotazioni presenti in 2297 strutture ricettive italiane.

Cosa attira i turisti in Italia

Secondo Assoturismo, il trend positivo di quest’estate è riconducibile alla digitalizzazione dei servizi ed alla strategia adottata per promuovere il settore, ovvero quella che lega il turismo culturale a quello enogastronomico e delle bellezze naturali del nostro paese.

Così, tra le più visitate saranno le città d’arte, i borghi, ma anche le località marine e quelle di montagna, così come i laghi e le terme registreranno un aumento più o meno importante, mentre a livello di strutture ricettive, il dato più interessante riguarda gli alberghi, agriturismi ed ostelli che sono situate in piccoli centri. Sono queste le strutture che registrano le crescite maggiori a livello di prenotazioni, segno che la presenza online sta aiutando notevolmente queste attività meno conosciute e che in passato spesso soffrivano.

Le previsioni turistiche in numeri

Secondo i dati raccolti, l’estate 2018 conterà su circa 219 milioni di presenze, circa 4,5 milioni in più rispetto all’estate scorsa. Non solo, queste cifre potrebbero cresce ancora grazie alle prenotazioni last minute, previsione confermata da circa il 46% delle strutture ricettive coinvolte nell’indagine che affermano di poter contare su questo tipo di prenotazioni soprattutto perché tanti consumatori hanno un potere di acquisto migliore effettuando questo tipo di scelta, inoltre oggi, grazie alla digitalizzazione dei servizi ogni destinazione e tutto ciò di cui sia ha bisogno è a portata di pochi click, aspetto che rende tutto più facile.

La digitalizzazione dei servizi piace sia ai viaggiatori italiani che stranieri, infatti oggi il fai da te è diventato molto comune tra i viaggiatori che sono anche sempre più responsabili e consapevoli.

Ora, per prenotare una vacanza anche all’ultimo momento, un volo oppure un servizio bastano pochi minuti. Per esempio, mentre prima era necessario recarsi in agenzia per prenotare un weekend a Parigi e per partire ci si doveva recare nei grandi aeroporti, ora non è più necessario effettuare questi passaggi, in quanto non solo i voli sono disponibili da vari città, ma bastano pochi minuti per scegliere la miglior tariffa ed acquistare i biglietti aerei e prenotare le strutture ricettive, etc. I voli Bologna – Parigi, Catania – Londra e Napoli – Amsterdam e tanti altri sono sempre più economici e comodi, in quanto il numero delle compagnie aeree che offrono questi servizi è cresciuto costantemente negli anni, così come le città di partenza ed arrivo, facilitando il compito dei passeggeri e creando ottime condizioni per invogliare i turisti a viaggiare.

Provenienza dei turisti nell’estate 2018

Secondo quanto emerge dall’indagine di Confesercenti, durante l’estate 2018 i turisti italiani supereranno quelli stranieri. Si stima un aumento di 1,6% di turisti italiani e circa del 2,6% di visitatori stranieri rispetto al 2017. Cresce soprattutto il numero dei tedeschi, austriaci, olandesi, francesi e britannici, rimane stabile il numero dei canadesi, brasiliani, russi e indiani, mentre diminuiscono gli spagnoli ed i giapponesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *